Corso Umberto I, 200 - Cava de' Tirreni - Tel. 089 463403 - P.Iva 07328241216

PROGETTO REALIZZATO CON
IL CONTRIBUTO DI
CAVA CCN

FLORABELLIO DIPTYQUE

Acqua di mare, caffè, finocchietto selvatico e fioriLeggendo le note della piramide di Florabellio si stenta a credere che sia una creazione Diptyque, se non fosse per l’alto potere evocativo espresso durante l’evoluzione e per la sua ambientazione poetica e bucolica che la rendono simile alla maggior parte dei profumi della maison.

E’ un profumo strano, inaspettato: non solo è il primo che introduce nella storia di Diptyque un accordo marino-salato, ma presenta una variegata palette di sensazioni mescolate insieme: dolci, amare, fresche, calde, morbide, ruvide, umide e bruciate.

Raccontata attraverso una piramide fiorito-marina, Florabellio è un’istantanea di natura che cattura la sensazione di quiete e l’ombra profumata di un boschetto che si affaccia su una spiaggia. Uno scorcio di natura, una passeggiata che attraversa il silenzio pacifico che domina la vegetazione marittima e raggiunge la riva per vibrare con il suono delle onde.

Il jus si schiude con freschezza, mettendo in primo piano nuance turchesi, tonificanti e saline che sfumano dentro l’aroma amaro e selvatico del finocchio marino, un contrasto affascinante che appare dopo pochi minuti che il profumo si è posato sulla pelle. Una volta dissolte le note iniziali, Florabellio devia il suo percorso verso sentori più rotondi, facendo emergere un accordo floreale-fruttato composto con l’aroma sensuale del fiore di melo e con quello vellutato e morbido dell’osmanto, un fiore i cui petali emanano dolci effluvi di albicocca. E’ un cuore luminoso quello che domina Florabellio, languido e rasserenante, che sboccia lentamente regalano all’olfatto l’odore che il sole lascia sulla pelle.

Poi, quando si arriva in fondo, il profumo cambia di nuovo, sprigionando un sentore fumante di caffè, dalle note abbrustolite di sesamo, un accordo strano e familiare al tempo stesso che non lascia spazio alle note fissative tradizionali, come ambra, muschio, sandalo o cedro. Chicchi tostati e amari che regalano a Florabellio un finale eccitante e decisamente inconsueto.